Il Noci. Alla destra di Lomelo, Prisciandaro

LA STORIA INFINITA DI GENNARINO

Quando diede il primo calcio a un pallone, nello spazio volava per la prima volta un uomo, Juriy Gagarin. Gennarino, invece, soffriva un po’ di vertigini. Voleva tenere i piedi ben piantati per terra. Era smilzo anche allora. Lo sarebbe stato anche negli anni a venire. Anni durante i quali la passione per il calcio non l’avrebbe mai abbandonato. Ha giocato nel Castellana, nel Monopoli. E nel Noci. Il mitico Noci a cavallo tra gli ultimi anni Ottanta e i primi Novanta.

Con la maglia del Noci
Con la maglia del Noci

<Vincevamo e perdevamo – ricorda Gennaro Lomelo, sessantun anni compiuti qualche giorno fa -, ma eravamo una banda di fratelli, con uno spirito che oggi ce lo sogniamo>. Una squadra che, nella stagione 1991/92, entrò nella storia – la piccola storia del pallone di Puglia – vincendo la prima edizione dell’Eccellenza. Era il Noci di Gioacchino Prisciandaro, di Renzo Maggipinto, di Martino Satalino e Vincenzo Epomeo. <E Vito Totaro e Mincuzzi dove li mettiamo? Una squadra eccezionale: mi pare che demmo oltre dieci punti (12, per l’esattezza, al Novoli, ndr) alla seconda. E Gioacchino segnò una ventina di gol (21, per l’esattezza, oltre ai 16 di Epomeo e ai 9 di Lomelo, ndr)>. In panchina c’era Vincenzo Bellantuono, professore di ginnastica monopolitano con la passione delle cravatte a dir poco estrose.

Due anni fa con il barese Pino Giusto, alla destra di Lomelo, e il molfettese Angelo Terracenere, ex calciatori del Bari, oggi entrambi allenatori
Tra Pino Giusto e Angelo Terracenere

Che Gennarino abbia compiuto 61 anni non è una notizia. Ovviamente. Ma se un uomo, a 61 anni, gioca in un campionato federale (la C1 di calcio a cinque) e segna due reti, beh allora la notizia c’è tutta.

E allora, dove lo mettiamo questo vecchietto? Manco la bocca devi aprire, replicherebbe il buon Gennarino: in campo. E quando il terreno di gioco per il calcio diventa troppo grande, lo restringiamo: e passiamo al “calcetto”. Ma non si sente un po’ fuori luogo, anzi direi “fuori tempo”, signor Lomelo? <Per niente. Insieme ai giovani ci sto bene, benissimo. Perché dovrei vergognarmene? Al limite gli altri…>. Nel caso, quelli del Neapolis Football Club. Che, sabato scorso, per la terza giornata del massimo campionato regionale, ha pareggiato al palazzetto Gino D’Aprile 2-2 con la Trulli e Grotte. Insomma, ha giocato un bello scherzetto alla squadra della sua Polignano.

Gennaro Lomelo, classe 1955, gioca con la Trulli e Grotte di calcio a 5, in C1
Classe ’55, gioca con la Trulli&Grotte , in C1

<Giocare a calcio a cinque comporta un enorme dispendio di energie, perché bisogna stare sempre in movimento, guai a fermarsi>. Vito Cisternino, l’allenatore della Trulli e Grotte, non consente a Gennarino alcun risparmio. <Sto bene, mi alleno, faccio una vita sana, anche se non mi faccio mancare nulla (“Sa, alla mia età…”) e poi ho, come si dice, una specie di fuoco dentro, una passione che non finisce mai. Ecco perché non mi stanco. Anzi, mi correggo: mi stanco, ma non fa nulla. Ci sarà tempo per riposare>.

Calcio Illustrato di gennaio 2016
Calcio Illustrato di gennaio 2016

A gennaio scorso, Calcio illustrato”, l’organ-house della Lega nazionale dilettanti, nell’ambito della rubrica “Gli intramontabili” ha raccontato in breve le storie di tre senior. Uno era Lomelo. Sul profilo di facebook del magazine della Lnd raccolse oltre un migliaio di like e molte centinaia di commenti. “Gennaro ha scoperto da poco l’amore per il futsal (…). La sua è una storia di amore con il calcio sbocciata relativamente tardi”. E infatti cominciò a giocare seriamente a 23 anni, <perché mio padre non voleva: dovevo lavorare, altro che il pallone>.

La Gazzetta del Mezzogiorno di stamattina
La Gazzetta del Mezzogiorno di stamattina

Inutile chiedere a Gennarino di smettere: <Fin quando ce la farò con il fisico, metterò la mia esperienza al servizio della squadra>.

NeverEnding story.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *